Risparmio sfumato: Sintesi della vicenda Monte dei Paschi



Sintesi della vicenda Monte dei Paschi


I risparmiatori si sono determinati a diventare azionisti di BMPS S.p.a., sulla scorta di una rappresentazione della situazione economica, patrimoniale, finanziaria, reddituale e gestionale della stessa, poi risultata invece falsata, a causa di illecite contabilizzazioni in bilancio di operazioni finanziarie promosse dalla Banca.

La vicenda ha avuto inizio in data 15/12/2005, allorchè BMPS acquistava dal veicolo irlandese Alexandria Capital Pie le notes Alexandria con scadenza il 31/12/2012, per il corrispettivo di 400 min di euro.
Per via della progressiva svalutazione delle notes Alexandria, BMPS decideva di ristrutturare le notes Alexandria, onde sterilizzarne le perdite.

Per realizzare detta operazione, la BMPS si affidava alla società Nomura, con la quale congegnava delle operazioni finanziarie strutturate, al fine di omettere la denuncia le perdite subite, con ciò effettuando delle false comunicazioni sociali e falso in prospetto informati.

Detta situazione è durata sino al mese di dicembre 2015, allorchè la Consob con specifica delibera obbligava BMPS a rielaborare il bilancio e a denunciare le perdite subite.

Di seguito, le azioni BMPS hanno avuto una rilevante riduzione del valore.


Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso. Proseguendo la navigazione acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni OK

5